Vecchia innocenza


illustrazione, testi di Haeun Son

Una camminata ponderosa, due grandi piedi che si contrappongono ad un fisico esile, Corpi che vengono trainati da due piedi troppo pesanti, mossi incuranti della propria volontà che vagabondano avanti e indietro senza decidersi. Ho cercato di disegnare questa mentalità così insicura. Ho espresso, il mio aspetto, sul limite tra adulti e bambini, l’innocenza che ho abbandonato vivendo la mia vita.
La fiducia verso Babbo Natale è andata a galla, Ho la voglia di riempire la mia vita con una mentalità piena di innocenza ed un atteggiamento degno.
Anche se più cerco di affannarmi, il mio cuore va via via invecchiandosi… Su quale punto di vista ho cercato di esprimere l’innocenza, se vi chiedete questa cosa, la mia risposta è “non è proprio questa l’innocenza?”
Il pavimento di piastrelle che diventa magma che sparge fuoco per un bambino, una narice che per tutti è tale, ma che con l’aiuto della fantasia diventa una caverna in cui vive un drago vegetariano che si ciba solo di banane…
Nella mia innocenza e nel mio mondo cerco di racchiudere il mio punto di vista, e se l’autrice di questo mondo la pensa in questo mondo, allora non è questa la tua innocenza, la mia innocenza e la nostra innocenza?